Search Term:

martedì 10 gennaio 2012

Facciamo del nostro meglio: etichette e test su animali

Analisi Lago terreni e piastrinePrima di tutto faccio una premessa, io non sono pro vivisezione, al contrario, solo che per un periodo di tempo ho cercato di informarmi a proposito e mi sono resa conto che allo stato attuale delle cose è impossibile immettere sul mercato dei prodotti sicuri per la salute delle persone senza aver fatto almeno un passaggio di sperimentazione animale. Con questo non voglio dire che si deve dare il via libera alla vivisezione, ma secondo me si dovrebbe insegnare alle persone ad essere realiste in  modo che possano fare delle scelte consapevoli non solo per l'immediato, ma anche per il futuro. Infatti credo che sia inutile comprare prodotti di una ditta che non fa sperimentazione, perché molto spesso queste ditte semplicemente si basano sull'esperienza di coloro che invece hanno fatto sperimetazione, loro non si sporacano le mani perché c'è chi lo ha fatto per loro. Molto meglio, secondo me, acquistare prodotti di chi pur continuando ad eseguire test su animali, porta avanti anche la ricerca su test alternativi perché, secondo me, sarà grazie a loro che un domani non ci sarà bisogno di animali di qualsiasi genere/razza per testare molti prodotti.



Fatta questa piccola premessa ecco una piccola guida che ci fa capire quanto comunque ci sia ancora da fare nell'ambito della sperimentazione dato che le stesse etichesse sono semplicemente delle trappole:
Clinicamente/Dermatologicamente/Microbiologicamente testato
Possiamo dire che queste etichette sono forvianti, infatti ci dicono che il prodotto finito è stato sottoposto a test clinici/dermatologici/microbiologici che spesso sono obbligatori per legge e che ne garantiscono le qualità. Queste diciture però non specificano come e su chi sono stati fatti questi test, non viene infatti specificato se i test sono stati compiuti su umani, animali o in provetta.
Non testato su animali/Cruelty free/ecc.
Purtroppo queste diciture non sono ufficiali, ma adottate volontariamente dalle aziende le quali indicano che il prodotto finito non è stato testato su animali, senza però prendersi responsabilità sulle materie prime e sui loro fornitori.
Spero che questo sia l'inzio di un mio nuovo angolo in questo blog in cui occuparmi dei prodotti e test su animali, cercherò di essere il più obiettiva possibile perché il mio scopo è solo quello di cercare di informare al meglio possibile in modo che ognuno possa essere libero di fare le sue scelte in piena autonomia ed in base alle proprie idee ed esperienze